Almeno una volta tutti noi siamo entrati in un ristorante di fast food, vuoi per mangiare un pasto in poco tempo, vuoi per curiosità o per sfizio. Negli ultimi anni il fast food si è espanso a vista d’occhio, portando nel mercato molti concorrenti. Come è attualmente la situazione in questo settore? Scopriamolo con l’analisi delle 5 forze di Porter del settore del fast food!

 

L’analisi delle 5 Forze di Porter del settore del Fast Food

Intensità della concorrenza (Molto Forte)

Al giorno d’oggi il mercato del fast food è saturo, quindi c’è una forte competizione. In questo caso l’intensità della concorrenza si basa su questi fattori:

  • Alto numero di aziende nel mercato
  • Bassi costi di passaggio (da un prodotto ad un altro prodotto concorrente)

Ci sono diversi importanti attori internazionali che vi operano, i quali hanno dunque un’importante immagine del marchio (McDonald’s, Burger King, Starbucks, …) e una solida posizione finanziaria. Oltre a ciò ci sono anche aziende più piccole locali che operano nel settore.

Inoltre i costi di passaggio sono bassi, facilitano il trasferimento dei consumatori verso altri ristoranti e così il loro potere contrattuale diventa elevato. Di conseguenza l’intensità della concorrenza aumenta e tutti i marchi sono in competizione per la quota di mercato.

 

Potere contrattuale dei fornitori (Debole)

Dal vegetariano al non vegetariano, le aziende del fast food selezionano attentamente i loro fornitori e le risorse. Questi ultimi fanno parte di una lunga serie, sono per lo più di piccole dimensioni e non hanno alcuna influenza significativa sul marchio. Da manzo, carne e pesce, patate, lattuga, mele e caffè provengono tutti da diversi agricoltori e fornitori che coltivano e forniscono cibo sano.

Ci possono essere fornitori importanti, come Coca-Cola e Pepsi che hanno una certa influenza, ma in generale il potere contrattuale rimane basso. Ad esempio se McDonald’s decide di cambiare fornitore, ne trova subito un altro disposto a collaborare con esso e questa operazione ha bassi costi di passaggio.

La maggior parte dei fornitori di questo settore non sono integrati verticalmente, quindi non c’è il rischio che anch’essi, con le loro materie prime, si mettano a vendere prodotti fast food.

 

Potere contrattuale dei clienti (Forte)

Al giorno d’oggi il potere contrattuale dei clienti nel settore del fast food è cresciuto molto. Questo è dovuto principalmente all’aumento dei concorrenti nel mercato. Così il cliente ha varie opzioni disponibili e può facilmente cambiare ristorante con costi di passaggio molto bassi, se non sono soddisfatti di un’offerta.

In generale anche la fedeltà dei clienti ai ristoranti fast food è diminuita negli ultimi anni. I marchi non possono dunque permettersi di perdere i loro clienti e per questo devono fortemente mantenere un’immagine responsabile.

Nel complesso, possiamo dire che il potere contrattuale dei clienti è elevato. Tuttavia, ci sono anche alcuni fattori che moderano questo potere: ad esempio la presenza a livello globale di catene di ristoranti i quali hanno anche una grande reputazione.

 

Minaccia di potenziali entranti (Moderata)

La minaccia di nuovi entranti è moderata, siccome le barriere all’entrata non sono alte. Tuttavia, per entrare nel mercato bisogna fare grandi investimenti nella catena di fornitura, nelle operazioni e nel marketing, oltre che nelle risorse umane. Per competere alla pari con le aziende già affermate, si devono creare numerosi punti vendita e raggiungere il più in fretta possibile le economie di scala. Questi investimenti limitano dunque la minaccia di potenziali entranti.

Pensando a livello locale, è più facile per nuovi ristoranti fast food entrare, però il loro svantaggio è che non hanno un marchio forte.

 

Minaccia di prodotti sostituti (Forte)

I prodotti sostituti dei pasti fast food comprendono i cibi fatti in casa oppure ristoranti e aziende che offrono pizza, kebab e altri cibi di rosticceria. La maggior parte di questi prodotti sono competitivi sia in termini di qualità che di soddisfazione del cliente. Non vi sono inoltre costi di passaggio, quindi il cliente può decidere di mangiare facilmente questi cibi.

Ultimamente molte persone fanno sempre più attenzione a mangiare cibi salutari: evitano il ristorante fast food e cercano qualcosa di alternativo, come dei cibi biologici e artigianali, che sono acnh’essi prodotti sostituti.

Per queste ragioni la minaccia di prodotti sostituti nel settore del fast food è forte.

 

 

Scopri le analisi di Aziende del settore del Fast Food: