Nelle analisi strategiche e di marketing si usano molti termini specifici, per questo motivo ho voluto creare la sezione Glossario. Essa contiene i significati di numerose parole che utilizzerò in questo sito e non solo!

 

Glossario termini di marketing

In ordine alfabetico

A

Adeguamento del prodotto

Processo con il quale si adatta un prodotto alle richieste specifiche di un mercato estero. Questo adeguamento può consistere nelle caratteristiche del prodotto per rispettare delle norme diverse, per adeguarsi ai gusti dei clienti, …

Analisi competitiva

Processo che riguarda l’identificazione dei concorrenti, dalla valutazione dei rispettivi obiettivi, strategie, punti di forza e debolezza. Infine si seleziona i concorrenti da sfidare o da evitare.

Analisi SWOT

Analisi completa della situazione dell’azienda, in cui vengono valutati complessivamente i punti di forza (Strenght = S), i punti deboli (Weaknesses = W), le opportunità (Opportunities = O) e le minacce (Threats = T).
Per la spiegazione completa di questa analisi, clicca QUI.

 

B

Benchmarking

Confronto dei prodotti e processi dell’impresa con quelli dei concorrenti o dei leader di altri settori. Lo scopo è quello di scoprire nuovi modi per migliorare la qualità dei propri prodotti e i risultati conseguiti.

Bisogno

È la condizione in cui si percepisce uno stato di privazione. Il bisogno può essere una necessità fisica (come il cibo, i vestiti, …), sociale (appartenenza e affettività) o individuale (conoscenza e autorealizzazione).

Brand

Vedere il termine “Marca”

Buyer

Soggetto (persona) che all’interno dell’azienda ha il ruolo di effettuare gli acquisti.

 

C

Catena del valore

Insieme dei processi con i quali l’azienda genera valore per il cliente. Questi processi sono divisi in “Primari” (Logistica interna; Operazioni; Logistica esterna; Marketing e vendite; Servizi) e di “Supporto” (Infrastruttura dell’impresa; Gestione delle risorse umane; Sviluppo della tecnologia; Approvigionamenti)

Cinque Forze di Porter

Schema di riferimento utilizzato per analizzare il mercato in cui si opera. Per descrivere la struttura competitiva del settore vengono considerati 5 fattori strutturali, ovvero: l’intensità della concorrenza, il potere contrattuale dei fornitori, il potere contrattuale dei clienti, la minaccia di potenziali entranti e la minaccia di prodotti sostitutivi.
Per la spiegazione completa di questo schema, clicca QUI.

Co-branding

Avviene quando due aziende diverse utilizzano entrambe la loro marca per realizzare un prodotto congiuntamente.
Di solito una marca è detta ospitante (o accogliente) e l’altra invitata (o secondaria).

Consapevolezza

Nel marketing, la consapevolezza è la misura di quanto un marchio, un’azienda o un prodotto sia conosciuto. Solitamente viene usato il termine inglese “Awareness”.
Spesso le aziende fissano un obiettivo per il livello di consapevolezza che intendono raggiungere e di seguito pianificano una strategia promozionale per raggiungerlo.

Costi di passaggio/transizione

Costi che il consumatore deve sostenere quando decidere di cambiare brand, fornitore, servizio o prodotto. Non sono esclusivamente costi monetari, ma vi sono anche costi di passaggio psicologici, di impegno e di tempo.

 

D

Desiderio

Il desiderio è un bisogno plasmato dalla cultura e dalla personalità individuale.

 

E

Estensione di linea

Utilizzo del nome di una marca, all’interno della stessa categoria di prodotto, per l’introduzione di un prodotto/servizio aggiuntivo. L’estensione può comprendere varianti di prodotto cn nuovi gusti, forme, colori, ecc.

 

F

Fase di crescita

Nel ciclo di vita di un prodotto, è la fase in cui vi è un rapido aumento delle vendite.

Fase di declino

Nel ciclo di vita di un prodotto, è la fase in cui vi è un progressivo calo delle vendite.

Fase di introduzione

Nel ciclo di vita di un prodotto, è la fase in cui un nuovo prodotto viene distribuito per la prima volta e i consumatori possono acquistarlo.

Fase di maturità

Nel ciclo di vita di un prodotto, è la fase in cui vi è un rallentamento o una conclusione dell’aumento delle vendite.

 

G

Grossista

Azienda impegnata principalmente nella vendita all’ingrosso.

Gruppo strategico

Insieme di aziende che perseguono una strategia uguale o simile in un certo mercato obiettivo.

Guerilla marketing

Strategia pubblicitaria progettata per le aziende al fine di promuovere i loro prodotti o servizi con un budget limitato (basso) da spendere.

 

I

Intermediario di marketing

Soggetto esterno che sostiene l’impresa nelle attività di distribuzione, vendita e promozione dei prodotti o servizi ai consumatori finali.

 

J

Joint venture

Entità commerciale creata da due o più parti, generalmente caratterizzata da proprietà condivisa, rendimenti e rischi condivisi e governance condivisa.

 

L

Leader di mercato

Azienda che ha la quota di mercato più elevata all’interno di un determinato settore.

Linea di prodotto

Gruppo di prodotti strettamente correlati con un unico marchio venduto dalla stessa società. Questi prodotti possono essere correlati per via di un funzionamento simile o caratteristiche simili, della vendita agli stessi gruppi di clienti, dell’appartenenza alla stessa fascia di prezzo o della commercializzazione tramite gli stessi luoghi commerciali.

 

M

Marca (o Brand)

Un nome, un termine, un simbolo, un design o una combinazione di questi elementi che identifica i prodotti o i servizi di un’azienda e li differenzia dalla concorrenza. È un concetto astratto ed è nella testa dei consumatori. Se un consumatore parla di Apple, non si riferisce solo all’azienda produttrice di articoli elettronici, ma evoca un modo di vivere, uno status e i valori che i suoi prodotti trasmettono.

Marketing

Processo mediante il quale le imprese creano valore per i clienti e instaurano con loro solide relazioni al fine di ottenere in cambio un ulteriore valore.

Marketing management

Capacità di scegliere i target markets (mercati obiettivo) con cui l’azienda vuole instaurare relazioni vantaggiose.

Marketing Mix

Serie di strumenti, o variabili controllabili, di marketing a disposizione dell’azienda, chiamate più comunemente “Quattro P” del marketing: Prodotto, Prezzo, Promozione e Punto vendita.
Per la spiegazione completa di questo termine, clicca QUI.

Marketing ROI

Rendimento netto dell’investimento di marketing diviso per i costi totali dell’investimento. Chiamato anche Redditività dell’investimento di marketing.

Mercato obiettivo (Target market)

Mercato, o gruppo di consumatori, al quale l’azienda intende offrire i propri prodotti e servizi. Questo segmento obiettivo dovrebbe generare profitto all’azienda, grazie ad un’offerta che crea valore per questi clienti.

Miopia di marketing

L’errore di concentrarsi maggiormente sui prodotti o servizi offerti focalizzandosi solo sui desideri del cliente, perdendo di vista i bisogni che li hanno generati.

Multinazionale

È un’azienda che opera (realizzando una o più attività) in almeno due nazioni del mondo.

 

N

Neuromarketing

Campo che applica i principi della neuroscienza alla ricerca di mercato, studiando la risposta sensomotoria, cognitiva e affettiva dei consumatori agli stimoli di marketing.

Nicchia di mercato

È un piccolo segmento di mercato, ma redditizio. Le nicchie di mercato sono create identificando bisogno o desideri dei concorrenti, che non vengono affrontati dai concorrenti.

 

O

Offerta di mercato

Combinazione di prodotti, servizi, informazioni e/o esperienze offerta ad un determinato settore per soddisfare i bisogni o i desideri dei consumatori.

Off price

Prezzo scontato

 

P

Penetrazione del mercato

Strategia di crescita molto aggressiva, dove l’impresa fissa il prezzo ad un livello molto basso per aumentare la domanda dei consumatori. Quando la domanda è aumentata, il prezzo viene aumentato per cercare di ottenere la stessa domanda avuta dal prezzo iniziale della strategia.

Portafoglio di attività

È chiamato anche semplicemente “Portfolio” ed è l’insieme delle attività e dei prodotti/servizi di un’azienda.

Posizionamento di mercato

Posizionamento che il marchio occupa nella mente dei consumatori. Questa posizione è chiara, distintiva e desiderabile rispetto alla concorrenza.
Per sapere Come rappresentare il Posizionamento di un’azienda consulta la guida apposita nella sezione GUIDE

Potenziale di mercato

Fatturato totale stimato, in un certo periodo, di tutti i fornitori di un prodotto in un determinato mercato.

Prezzo competitivo

Prezzo inferiore a quello offerto dai concorrenti o un prezzo reso più attraente grazie ad ulteriori incentivi, come ad esempio termini di pagamento più lunghi.

Prezzo dinamico

Prezzo che viene continuamente adeguato per rispondere alle diverse situazioni e alle caratteristiche e ai bisogni dei singoli clienti.

Prezzo freemium

Strategia di prezzo che concerne l’offrire un set di servizi base gratuito e funzionalità aggiuntive a pagamento.
Ci sono 4 tipi di freemium: temporale, delle funzionalità, del tipo di cliente, del numero degli utenti.

 

Q

Quota di mercato

La quota di mercato è calcolata dividendo le vendite dell’azienda per le vendite totali sul mercato. Vendite azienda / Vendite mercato = Quota di mercato

 

R

Ricerca di marketing

Processo di raccolta, analisi e interpretazione delle informazioni di un mercato, un prodotto o un servizio da offrire in vendita su quel mercato e delle informazioni sui clienti passati, presenti e futuri per il prodotto o il servizio. È la ricerca delle caratteristiche, delle abitudini di spesa, dei luoghi e dei bisogni del mercato di riferimento.

 

S

Segmentazione del mercato

Operazione che consiste nel dividere il mercato in gruppi di consumatori ben distinti con bisogni, caratteristiche e comportamenti diversi. I vari consumatori possono essere divisi considerando le variabili geografiche, demografiche, psicografiche e comportamentali.

Segmento di mercato

Gruppo di consumatori che presenta delle caratteristiche o dei comportamenti simili.

Strategia di marketing

Quadro strategico con il quale l’azienda intende creare valore per il cliente e costruire con lui delle relazioni profittevoli, mantenendole nel tempo.
Per la spiegazione completa di questo termine, clicca QUI.

Strategia di ridimensionamento (Downsizing)

Ridimensionamento delle attività del portafoglio dell’azienda: eliminazione di prodotti o servizi che non generano profitto o che non corrispondono più alla strategia generale dell’impresa.

 

T

Telemarketing

Uso del telefono come strumento per attività di marketing. Il telemarketing può essere svolto, nel caso dei Call Center, in due modalità: con il telemarketing outbound il contatto telefonico avviene su iniziativa del call center; con il telemarketing inbound il contatto telefonico avviene su iniziativa del cliente, di solito tramite un numero verde.

 

U

Utilizzatore

Membri dell’azienda che usufruiranno del prodotto o del servizio

 

V

Valore percepito

Valore che il cliente dà a un prodotto o un servizio, valutando la differenza tra i benefici e i costi di questa offerta rispetto a quelli delle offerte concorrenti.

Vantaggio competitivo

Vantaggio acquisito dall’azienda sulla concorrenza, grazie all’offerta di un valore superiore per i clienti in termini di convenienza (prezzi più bassi), o di miglior rapporto qualità-prezzo (maggior benefici per un prezzo più elevato).
La strategia dell’impresa deve identificare come generare il vantaggio competitivo e come mantenerlo nel tempo, siccome è influenzato da fattori interni e esterni all’azienda. Le innovazioni di prodotto o di processo hanno un ruolo rilevante per la creazione di un vantaggio competitivo.

 

Il Glossario è in continuo aggiornamento!