Marketing Mix di McDonald's

Il Marketing Mix di McDonald’s comprende le varie strategie e tattiche che l’azienda usa per eseguire il suo piano di marketing e raggiungere i relativi obiettivi strategici, in modo da far crescere il suo business nel mercato del fast food. Qui di seguito l’analisi in dettaglio!

Il Marketing Mix di McDonald’s

Prodotto

Essendo un’attività di ristorazione, McDonald’s ha un mix di prodotti composto principalmente da prodotti alimentari e bevande:

  • Hamburger e panini
  • Pollo e pesce
  • Insalate
  • Bevande
  • Snacks
  • Dessert e frullati
  • McCafé

L’azienda dà molta importanza allo sviluppo di un menu che i clienti desiderano. Tuttavia, le esigenze dei clienti cambiano nel tempo e per soddisfarli ha introdotto nuovi prodotti ed eliminato quelli vecchi, e continuerà a fare così anche in futuro. Con questo tipo di strategia si deve fare attenzione a non influenzare negativamente le vendite di una scelta introducendo una nuova scelta, che cannibalizzerà le vendite di quella esistente.
McDonald’s si concentra anche sulla “localizzazione”, proponendo prodotti alimentari preferiti nei vari paesi o regioni.

McDonalds ha una gamma di prodotti diversificata e ultimamente propone anche prodotti vegetariani, dato che questo stile di vita sta sempre più prendendo piede in varie parti del mondo. L’happy meal per i bambini è invece un grande classico, che vende sempre molto bene, anche grazie ai suoi giocattoli in omaggio.

Offre anche diversi prodotti per la colazione, come bagel, biscotti, ecc. Mentre per quanto riguarda le bevande, la Coca Cola è il principale fornitore di McDonald’s.

Prezzo

McDonald’s usa molto le strategie di bundling dei prezzi: è più conveniente comprare un insieme di prodotti invece che acquistarli separatamente. Per assicurarsi che i clienti comprino più prodotti, l’azienda si concentra anche su strategie di prezzi psicologici, che appaiono accessibili ai clienti.

I suoi prezzi sono focalizzati a rivolgersi soprattutto alla fascia medio-bassa della società, in quanto i clienti target sono per lo più giovani adolescenti che desiderano essere consapevoli del marchio e nello stesso tempo desiderano anche convenienza.

I principali concorrenti sono KFC, Subway, Pizza Hut e Dominos.

Promozione

McDonald’s usa le seguenti tattiche nel suo mix promozionale:, ordinate secondo l’importanza nel business:

  • Pubblicità
  • Promozioni delle vendite
  • Relazioni pubbliche
  • Marketing diretto

Queste tattiche sono ordinate dalla più alla meno importante nel business. Infatti la pubblicità è la più importante tra le tattiche promozionali di McDonald’s: usa la TV, la radio, i media online, annunci sui giornali, cartelloni, insegne, sponsor di vari eventi sportivi come la Coppa del Mondo FIFA, i giochi olimpici per le sue pubblicità. Le pubblicità televisive di McDonalds mostrano persone impegnate in attività popolari, e vengono usate per far conoscere alla gente un prodotto alimentare, mentre la pubblicità sulla stampa fornisce maggiori dettagli.

Le promozioni delle vendite comprendono coupon di sconto, omaggi per certi prodotti e pacchetti di prodotti, come un modo per attirare più consumatori nei ristoranti dell’azienda.

Le attività di relazioni pubbliche dell’azienda aiutano a promuovere il business attraverso il rafforzamento del marchio, mentre il marketing diretto è usato molto meno e comprende il coinvolgimento di clientela aziendale, governi locali, l’organizzazione di eventi e feste.

Punto vendita

I ristoranti McDonald’s si trovano in più di 110 paesi e l’azienda gestisce più di 35.000 ristoranti in tutto il mondo. Sono distribuiti in modo molto uniforme in tutte le città, rendendoli molto accessibili alla gente. L’opzione McDrive rende i prodotti di McDonald’s ancora più facili e comodi da ottenere.

Viene anche sfruttata molto l’applicazione mobile, attraverso le quali i clienti possono accedere alle informazioni sui prodotti dell’azienda, richiedere offerte speciali, trovare luoghi di ristorazione, effettuare ordini online (con i ristoranti McDonald’s partecipanti) e pagare tali ordini.

Scopri le altre analisi su McDonald’s: