Fondata nel 1946 ad Alba, nel Piemonte, Ferrero è la terza azienda al mondo produttrice di confetteria e cioccolato. Ha vissuto un’enorme crescita negli anni, ottenendo ottimi risultati e raggiungendo una forte reputazione. Come è riuscita in tutto ciò? Vediamo insieme la strategia di marketing di Ferrero!

 

Strategia di Marketing di Ferrero

Segmentazione del mercato

La segmentazione viene effettuta dall’azienda considerando tutte le variabili, ovvero quelle demografiche, psicografiche, geografiche e comportamentali.

Considerando quelle demografiche bisogna tenere conto del reddito e delle varie età delle persone, siccome i giovani di solito mangiano più dolci confronto agli anziani, così come si deve tenere conto della cultura delle popolazioni.

Dal punto di vista psicografico i fattori principali sono lo stile di vita e lo stato sociale della gente, perché mangiare cioccolatini e confetteria in generale è anche un abitudine che si sceglie. La segmentazione comportamentale comprende soprattutto le varie festività che ci sono durante l’anno, che vengono generalmente chiamate occasioni d’acquisto. Infine non può mancare la variabile geografica, per valutare dove abitano i possibili clienti di Ferrero e quali sono le nazioni che sono più propense a gustare il sapore dolce dei cibi.

 

Mercato obiettivo

Ferrero ha come target la clientela che va principalmente dai 16 ai 45 anni di qualsiasi cultura, visto che il cioccolato è apprezzato in ogni parte del mondo. Tendenzialmente gli anziani mangiano meno dolci, quindi non sono molto presi in considerazione dall’azienda. D’altra parte però ci possono essere persone più giovani di 16 anni che mangiano i suoi prodotti. In questo settore è interessante valutare anche la differenza tra single e sposati: Ferrero non ne fa distinzione e serve i propri prodotti ad entrambe queste categorie di persone. Basta pensare all’idea regalo dei cioccolatini alla propria compagna (o compagno), e anche semplicemente una persona singola apprezza i cioccolatini, un po’ come sfizio.

L’offerta non è focalizzata su uno specifico stile di vita, siccome sia teenagers, lavoratori e studenti sono consumatori obiettivo. Bisogna però considerare che i prodotti Ferrero sono rivolti ad una classe media-alta.

La particolarità del settore dei dolci è la stagionalità: le vendite aumentano soprattutto nel periodo delle festività (Natale, Pasqua, San Valentino… ). In questi periodi l’azienda deve focalizzarsi sui consumatori che acquistano proprio (a volte quasi esclusivamente) per l’occasione i dolci per fare regali e non solo.

L’impresa tiene conto delle differenze che ci sono tra i segmenti del mercato, quindi ha scelto maggiormente il marketing differenziato come  strategia di definizione del mercato obiettivo. Ad esempio le persone adulte hanno bisogni diversi e mangiano dolci in circostanze diverse confronto ai teenagers e ai bambini. Come tante grandi multinazionali, anche Ferrero ha un mix di strategie, per questo anche il marketing indifferenziato viene in parte usato, basta pensare alle offerte uguali in vari paesi.

 

Proposta di valore

Il vantaggio competitivo di Ferrero risiede principalmente in questi fattori:

  • Portfolio dei marchi e prodotti
  • Acquisizioni strategiche
  • Qualità dei prodotti e ricette segrete

Il possesso di un ampio portfolio di dolci le permette di contrastare i concorrenti così come i potenziali entranti nel mercato, offrendo ai clienti un prodotto su misura in base a qualsiasi gusto e palato. Entrambi il portfolio e le acquisizioni strategiche fanno crescere l’azienda nei vari mercati, riuscendo di conseguenza a sfruttare le economie di scala, riducendo i costi operativi. I prodotti Ferrero vengono associati ad un ottima qualità, grazie anche all’uso di ricette ormai segrete. In questo modo il gusto dei suoi dolci si differenzia da quelli dei concorrenti e i clienti si fidelizzano alla marca.

La proposta di valore di Ferrero è dunque un’offerta di benefici elevati a prezzi elevati (more for more). L’aIta qualità dei suoi prodotti viene venduta a dei prezzi un po’ più alti confronto alla media del settore. Chi sceglie Ferrero sa di mangiare un dolce nutriente e dall’ottimo sapore: il rapporto qualità-prezzo è equilibrato.

 

 

Scopri le altre analisi su Ferrero: